Chi sono

Sono Marco Mori ho 38 anni, sono nato a Milano e sono cresciuto a Bresso, tra periferie, vita di quartiere e Parco Nord.
Mi sono laureato in Scienze politiche nel 2004  e poi in Scienze Sociali nel 2006 analizzando, prima del diffondersi dei social network, la digitalizzazione dei corpi e delle soggettività nelle comunità online.
Nel 2012 ho conseguito un Dottorato di ricerca in Sociologia, in particolare in sociologia delle religioni, percorso che mi ha impegnato per un anno di vita e ricerca in Inghilterra a Exeter, nel Devon analizzando il fenomeno dell'appartenenza religiosa nelle comunità cristiane.
Vivo a Milano con il mio compagno Giovanni, e dal 2010 lavoro presso l’Università degli Studi di Milano, e mi occupo di orientamento al lavoro e di servizi di placement, attività che mi impegnano quotidianamente ad aiutare studenti e laureati a costruire il loro progetto professionale.

 

Attivo nel sociale e in politica fin da giovane, sono maturato e cresciuto come militante e attivista per i diritti civili grazie soprattutto all'impegno in Arcigay, a partire dal 2004.

Dal 2010 al 2014 sono stato Presidente del CIG Arcigay Milano.

L'impegno nell'associazionismo lgbt mi ha portato a occuparmi direttamente di tante iniziative, come il progetto Rainbow. Ho contribuito alla realizzazione di diverse edizioni del Milano Pride, e son stato coinvolto in iniziative promosse da Ilga (International Lesbian Gay Bisexual Trans and Intersexual Association), Epoa (European Pride Organize Association) e Interpide.

 

In tutti questi anni mi sono occupato di genere e di discriminazioni, appartenenze e conversioni religiose, lavoro e formazione, organizzazioni sociali, educazione, nuovi media e ricerca sociale e di mercato.

 

Da giugno 2016 sono coordinatore della Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni, organizzazione che mette in rete diverse associazioni e movimenti del territorio milanese con l'obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e la società sui temi della laicità e dei diritti civili.

Collaboro con diverse associazioni e riviste online, e sono un militante della sinistra diffusa in cerca di una casa politica permanente.